Qualche considerazione sugli abeti di Natale

Natale si avvicina ed inizia il lacrimatoio annuale per gli abeti, che dopo le feste trovano ingloriosa fine nel caminetto o nel cassonetto, con una rima che in ogni caso per loro significa la morte.

Alle calde lacrime degli ambientalisti e degli amanti del verde, si accompagna annualmente il tormento mediatico dei programmi-contenitore (“meglio vero o di plastica?”), travestito da un falso velo di coscenzialismo, e che in realtà vuole essere solo una lunga sequela di suggerimenti su dove e come indirizzare i nostri soldi per addobbarlo…

Contina la lettura

Spettacoli autunnali in giardino

Le piante e i colori hanno sempre ricoperto un ruolo importante nella mia vita. Quando mi accorsi che la mia predisposizione per le specie ornamentali stava divenendo una vera e propria passione, iniziai a sognare di realizzare un giardino attraente per tutto l’anno – in cui ogni giorno, passeggiando e osservando le piante, si potessero provare emozioni sempre nuove.
L’autunno, in quest’ottica, è forse la stagione
migliore – e sicuramente la più spettacolare e ricca di colori.

Dopo aver preparato un progetto che collocasse nel modo più armonico possibile le numerose piante collezionate, evitando l’effetto “campionario” mi sento di dire che provare nel proprio giardino piante sconosciute, ampiamente sottovalutate o cultivar mai coltivate prima nei nostri ambienti – il tutto a proprio rischio personale – può dare emozioni, sorprese indescrivibili e gratificazioni crescenti nel tempo, che ripagano moralmente degli sforzi fatti, e allo stesso tempo stimolano l’aggiornamento delle tecniche di coltivazione, il confronto e l’apertura verso nuovi orizzonti.

Contina la lettura

L’autunno sui balconi, con stile

Beh, certo, uno vede le foto del giardino del Noor
(per non parlare degli aceri di Acerobis e del
giardino delle felci di Orazio) e poi torna a casa e trova le solite quattro piantine stente…verrebbe voglia di buttare tutto dalla finestra
(con grave rischio per i passanti).

Invece no!!! Perché scoraggiarsi ?
Con un po’ di fantasia e di autoconvinzione, si può andare molto lontano…
Ecco qui l’autunno sui balconi, semplice ma con stile.

Contina la lettura

L’abete ed altre piante nella mitologia del Natale

In questi giorni festeggiamo il Natale senza più domandarci cosa facciamo e perché, come degli zombi che si aggirano incoscienti tra ipermercati e centri commerciali.
Per molti – indipendentemente dalla loro religiosità
– tutto questo movimento generato dal consumismo supino, è diventato ormai inaccettabile.

Potrà allora essere interessante andare a spulciare qualcosa attorno alle più remote origini del Natale, e come queste si colleghino direttamente ai culti della Natura, pre-cristiani e pre-ellenici, cioè a quell’infanzia dell’Uomo, quando questo non dimenticava di provenire dalla terra e ad essa di ritornare, perlomeno nel corpo…

Contina la lettura

Calendario CdG 2009

Non avrà la stessa tiratura della moltitudine di calendari che annualmente presentano signorine più o meno discinte, ma anche quest’anno il nostro
piccolo calendario della CdG è pronto.

Quest’anno siamo arrivati alla terza edizione, come sempre realizzata grazie al
contributo degli utenti del forum della Compagnia del Giardinaggio.
Il meccanismo è rimasto pressoché invariato nel corso degli anni:
nel mese di novembre gli utenti sono invitati a presentare (in forma anonima)
al più due foto a testa, ovviamente con soggetto legato al giardinaggio.
Dopodiché, le foto vengono sottoposte al voto di tutti gli utenti
del forum, e le dodici foto più votate vengono pubblicate sul calendario.

Quest’anno sono state presentate in totale 70 foto da 38 utenti.
Alle votazioni hanno partecipato circa un centinaio di utenti, e come sempre ci sono stati “tafferugli” riguardo ai tre voti da assegnare.
Infatti, il perverso meccanismo di selezione permette di votare una sola foto per ogni
stagione (peggio, perché l’autunno è accorpato con l’inverno), rendendo così estremamente penosa la scelta di una foto piuttosto che un’altra…

Contina la lettura