C’è un gatto in giardino. Equilibrismi possibili tra cuore, foglie e vibrisse -parte III

Parte I: Le strutture per l’igiene e la cura del corpo e dinamiche escavatorie della lettiera ideale Parte II: Metodi

Contina la lettura

Il giardino di Fan Fan

di Maria Acquaria Fan-Fan è una delle gatte più simpatiche che siano mai venute al mondo. Spensierata e farfallona, adora

Contina la lettura

C’è un gatto in giardino. Equilibrismi possibili tra cuore, foglie e vibrisse -parte I

di Maria Acquaria A Romeo, che fu il mio angelo custode     Mi è capitato spesso di notare come

Contina la lettura

La casa di Martina, cronistoria di uno stagno

Vorrei condividere con voi l’esperienza del mio stagno, provare a raccontarvi con quale spirito era stato concepito all’inizio e cosa rappresenta ora.

Tutto è nato grazie ad una ‘Festa Oasi WWF Maggio 2007’ presso il ‘Centro la Bora’ di San Giovanni in Persiceto (BO) dove sono allestite alcune vasche per il recupero di specie autoctone e non di tartarughe acquatiche.

Quella domenica, io e mio marito, abbiamo conosciuto un tecnico del Centro, una giovane donna energica che …

Contina la lettura

Loti e ninfee: dividere e invasare

Loti, ninfee rustiche e tropicali…. anche chi non ha il laghetto ma semplici vasche, secchi-lago, contenitori può pensare di coltivarli. A dispetto delle fioriture delicate, sono piante robuste e dalla crescita… più che “vigorosa”!
E’ importante per avere buoni risultati impiantarli bene e necessitano di periodici lavori di manutenzione, con la divisione dei rizomi e il reinserimento in un nuovo vaso.
Qui un’utile guida passo-passo, realizzata da una nostra “inviata molto speciale” con la collaborazione del vivaio Lilium Acquae: basta seguire le loro istruzioni foto dopo foto e… non si può sbagliare!

Contina la lettura

Invasare le ninfee rustiche

Loti, ninfee rustiche e tropicali…. anche chi non ha il laghetto ma semplici vasche, secchi-lago, contenitori può pensare di coltivarli. A dispetto delle fioriture delicate, sono piante robuste e dalla crescita… più che “vigorosa”!
E’ importante per avere buoni risultati impiantarli bene e necessitano di periodici lavori di manutenzione, con la divisione dei rizomi e il reinserimento in un nuovo vaso.
Qui un’utile guida passo-passo, realizzata da una nostra “inviata molto speciale” con la collaborazione del vivaio Lilium Acquae: basta seguire le loro istruzioni foto dopo foto e… non si può sbagliare!

Contina la lettura

Una bordura al naturale

Nel mio giardino, il confine è segnato da un fossato di scolo
delle acque piovane. I fossi sono quasi sempre lasciati all’incuria, e
in essi le piante spontanee crescono sopraffacendo altre meno vigorose.
Il tutto è regolato dalla natura, spesso matrigna, dove vince il più
forte.

Quando sono venuto ad abitare qui, avevo in mente un giardino dove
regnasse – per quanto possibile – l’ordine, e fosse la mia mano a creare ogni cosa.
Così intendevo in assoluto il mio giardino, sicché anche con il
fossato, dove tutto cresce casualmente, mi sentii in dovere di intervenire sul naturale equilibrio.
Presi quindi la decisione di usarlo per produrre legna da ardere, piantando alcuni esemplari di Robinia pseudoacacia.
Il resto faceva i conti puntualmente con il decespugliatore,
che mi permetteva di mantenere la pulizia che desideravo.

Con gli anni il giardino è cresciuto, e con lui il tempo che gli
dedicavo per la creazione e la manutenzione, al punto che dovetti
trascurare l’argine del fossato, dove pian piano – quasi di nascosto
– rifecero comparsa le piante spontanee.
Osservandole, mi resi lentamente conto che, una volta liberate dalle specie più invadenti e vigorose che le opprimevano, non avevano nulla da
invidiare ad altre piante che avevo acquistato per comporre le aiuole del giardino…

Contina la lettura

Bordura di rose e graminacee per l’autunno

Per avere una bordura con rose fiorite in autunno, c’è da considerare innanzitutto la questione della rifiorenza. Molte Rose rifioriscono costantemente ma in maniera spargola. Quelle a cui mi piace pensare per i nostri scopi sono le varietà capaci di dare una fioritura autunnale copiosa, pari per bellezza a quella primaverile, se non persino più bella. In questo modo l’accostamento con altre piante che hanno il loro apogeo durante l’autunno sarà più incisivo e d’effetto.

Da non sottovalutare anche l’aspetto complessivo del cespuglio: fogliame e portamento sono il naturale sfondo delle corolle, e
troppe Rose pur bellissime nei singoli fiori non sono granché (ahinoi!) come piante da giardino…

Contina la lettura