Diario di Campagna di una Signora Inglese del Primo Novecento, di Edith Holden

di Gloria

Un libro che ho amato molto e che continuo, ogni tanto, a sfogliare. Non è una guida pratica, né un testo di consultazione, ma una chicca da tenere sul comodino e da leggere in compagnia di una tazza di camomilla, o sulla poltrona, vicino al camino. Fa venir voglia di brughiera e di passeggiate in campagna.

Edith Holden (1871-1920) era un’illustratrice inglese con un’ottima preparazione zoologica e botanica. In questo diario dell’anno 1906 lei racconta le sue uscite alla ricerca di materiale per il suo erbario, le sue sensazioni e piccole scoperte che variano col mutare delle stagioni. Riporta molti brani di poesie della letteratura inglese a lei care e correda il tutto con bellissime illustrazioni di piante ed animali della sua zona, dandone anche qualche informazione.

L’aggettivo che mi viene spontaneo per questo libro è “delizioso”, un piacevole passatempo che non impegna la mente ma la rilassa, un libro da lasciare e da riprendere, da leggere cominciando dalla fine, o dalla metà, non importa, o guardando semplicemente le figure, come i bambini.

Un pensiero riguardo “Diario di Campagna di una Signora Inglese del Primo Novecento, di Edith Holden

  • 1 marzo 2008 in 7:42 PM
    Permalink

    Un libro affascinante, una vera delizia, che ho regalato a tutte le mie amiche amanti del bello e della natura che, catturate dalla bellezza dei testi e dei luoghi, hanno intrapreso unn viaggio interiore, che perdura nel tempo. Scovato per caso in una piccolissima libreria, su uno scaffale contenente a malapena una quindicina di libri, mi è parso la risposta alla mia sete di Natura e da allora lo leggo e lo rileggo con l’entusiasmo che provavo da bambina allo sbocciare dei primi fiori di campagna, colti fra boschi di robinie che abbracciavano la collina dietro casa mia. Ho ritrovato, sfogliandone le pagine, il profumo e i sapori della mia infanzia, scandita dai suoni e dai colori di una natura rigogliosa, che ho cercato, in parte, di riprodurre nel mio giardino, fonte di pace, di serenità e sfondo naturale alla lettura di questo stupendo libro.

Lascia un commento