indecisione vaso trapianto orchidee

il forum delle "delicate"

indecisione vaso trapianto orchidee

Messaggioda marilina » giovedì 13 novembre 2008, 11:08

ho un problema anzi un 'indecisione.

debbo passare un'orchidea phalenophsis in un altro contenitore più grande perchè in quello originale non ci sta più.
in genere cambiavo la corteccia e riusavo lo stesso contenitore ma ora son costretta a cambiarlo.

per le cimbidium e le cipripedio ho usato vasi in coccio ma non so cosa fare per le phalenophilis perchè sono vendute sempre in quei vasi mezzi trasparenti in plastica. utilizzo sempre la plastica ma oscura? o posso usare il coccio? non mi sembra vendino quelli trasparenti.

mi date i vostri consigli e le vostre esperienze? grazie
marilina
 
Messaggi: 2378
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2007, 13:25
Località: vicenza

Messaggioda _orfeo_ » giovedì 13 novembre 2008, 11:19

Ciao, per le phal è quasi indispensabile l'utilizzo dei vasi trasparenti in plastica per 3 motivi almeno:
La plastica non permette alle radici di attaccarsi sulla superfice del vaso in quanto priva dei pori tipici del coccio
La trasparenza del vaso permette di controllare lo stato delle delicate radici della phal;
le phal svolgono attività fotosintetica anche nella zona delle radici, dunque è necessario che ricevano luce a sufficienza!!!

I vasi di plastiva li puoi trovare in vendita su internet, o puoi chiedere anche a qualche altro appassionato. Ma se chiedi in vivaio forse ne hanno anche li!!!
_orfeo_
 
Messaggi: 130
Iscritto il: domenica 27 luglio 2008, 13:40
Località: Palude Pontina...

Messaggioda giulio.f » giovedì 13 novembre 2008, 12:52

_orfeo_ ha scritto:La plastica non permette alle radici di attaccarsi sulla superfice del vaso in quanto priva dei pori tipici del coccio


purtroppo si attaccano alla plastica quasi di più che al coccio

La trasparenza del vaso permette di controllare lo stato delle delicate radici della phal;


anche

le phal svolgono attività fotosintetica anche nella zona delle radici, dunque è necessario che ricevano luce a sufficienza!!!


la fotosintesi che pure effettuano dalle radici è una parte ininfluente rispetto a quella effettuata dalle foglie.

A dire la verità, gli unici motivi per cui sono da preferire i vasi trasparenti sono il "poter controllare le radici" e sopratutto che queste tendono a rimanere nel vaso trasparente molto di più che nel vaso nero (ovvero, con il vaso nero tendono a 'spararle' ovunque ben di più di quanto già fanno con il trasp.)
giulio.f
 
Messaggi: 149
Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 22:57

Messaggioda Carlotta » giovedì 13 novembre 2008, 13:04

Forse sarà troppo tardi...Io ho trovato una signora straniera che vendeva tutto per la coltivazione delle orchidee, e quindi anche i vasi trasparenti, ad Orticola. Maggio è lontano ma forse in qualche altra manifestazione... Nei garden center niente.
Carlotta
 
Messaggi: 399
Iscritto il: venerdì 20 aprile 2007, 17:07
Località: milano

Messaggioda _orfeo_ » giovedì 13 novembre 2008, 15:43

giulio.f...saresti giulio farinelli????????????
Quindi mi dici che si possono mettere in vasi in coccio le phal??? Se me lo dici lo proverò di sicuro...la tua fama vale moltissimo!!!!
_orfeo_
 
Messaggi: 130
Iscritto il: domenica 27 luglio 2008, 13:40
Località: Palude Pontina...

Messaggioda ursula » giovedì 13 novembre 2008, 17:15

....dopo aver fatto diversi esperimenti per i contenitori,non mi ero accorta che la soluzione migliore stava nei pensili di cucina tra i contenitori di plastica ,quelli per conservare i cibi ...ho scelto la misura giusta ,gli ho fatto i buchi con la pistola della colla a caldo ed ho risolto .
ciao ursula .
ursula
 
Messaggi: 939
Iscritto il: sabato 26 gennaio 2008, 22:03
Località: ROMA S. marinella Lazio

Messaggioda lorenzo89 » venerdì 14 novembre 2008, 0:16

qual'è il periodo migliore per cambiare vaso alle orchidee?
lorenzo89
 
Messaggi: 308
Iscritto il: venerdì 25 maggio 2007, 16:35
Località: imola(BO)

Messaggioda marilina » venerdì 14 novembre 2008, 1:27

grazie mille per le delucidazioni. ho sempre tenuto orchidee ma non ho mai pensato che i vasi avessero altre funzioni se non quelle di contenitore.

so che nei vasi di coccio le radici hanno più possibilità di respirare e qualsiasi pianta compro mi precipito a cambiare il vaso perchè non tollero la bruttezza dei vasi di plastica, però ho sempre lasciato le orchidee phal nel loro vasetto trasparente dentro ai portavaso ( però così le radici hanno preso meno luce) semplicemente perchè essendo i portavasi quasi sempre in porcellana o ceramica chiara non davano esteticamente fastidio.

però alla fine son durate lo stesso anche 9 anni (e se sono morte è solo perchè sono stata via molto tempo e non hanno avuto cure), ma magari adesso capisco il perchè ho sempre radici aggrovigliate fuori dai vasi.

Per Ursula: grazie del suggerimento è spicciolo e si può fare.

per Carlotta. grazie anche a te, non ne ho mai visti in vendita nei garden ma se capita ne compro un po' di varie misure.

Per Orfeo: grazie per la risposta ma mi sembra che Giulio non dica di mettere le phal nei vasi di coccio od ho capito male io?

per Lorenzo 89: non saprei cosa dirti io cambio vaso quando proprio non ci stanno più o lo spaccano (anche quelli in plastica mi è successo) l'importante è che non siano in fiore. adesso questa phal è così cresciuta ed ha una piantina ascellare che per non rabaltare l'ho dovuta mezza coricare su un'altro vaso più alto accanto.
marilina
 
Messaggi: 2378
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2007, 13:25
Località: vicenza

Messaggioda giulio.f » venerdì 14 novembre 2008, 9:53

_orfeo_ ha scritto:giulio.f...saresti giulio farinelli????????????


uhmm ... beh .... si
Quindi mi dici che si possono mettere in vasi in coccio le phal???

anche, visto che ce le hanno coltivate per un secolo nei vasi di coccio.
però crescono meglio in quelli di plastica e sopratutto in quelli di plastica trasparente.
...la tua fama vale moltissimo!!!!


ohibo' .. son diventato famigerato ... :shock:
giulio.f
 
Messaggi: 149
Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 22:57

Messaggioda giulio.f » venerdì 14 novembre 2008, 9:56

ursula ha scritto: la soluzione migliore stava nei pensili di cucina tra i contenitori di plastica ,quelli per conservare i cibi ...


a mali estremi ... :) vanno benissimo anche i barattolini trasparenti del gelato, delle mozzarelle eccetera

qual'è il periodo migliore per cambiare vaso alle orchidee?


primavera ... aprile e maggio sono i mesi migliori
giulio.f
 
Messaggi: 149
Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 22:57

Messaggioda marilina » venerdì 14 novembre 2008, 13:47

ciao e per Giulio scusa la mia ignoranza se non ti conoscevo.

Per ciò che riguarda i vasi mi sembra di capire che anche se vanno meglio i trasparenti posso usare quelli di coccio. ma il fatto delle radici lunghe e aggrovigliate è dovuto alla scarsa luce che prendono visto che dentro i portavasi proprio non ne prendono? comunque userò qualcosa di trasparente anche se sono orribili.

per il rinvaso le mie orchidee sono sempre più propense a fiorire in primavera e poichè la fioritura è molto lunga ed anche per lo sviluppo dei steli e delle spade, nei cimbidium, penso che non sia opportuno disturbarle in quel periodo mentre le phal non ho mai monitorate quando fioriscono ma succede diverse volte l'anno.

già adesso dovrei dividere una cimbidium che ormai si è molto ingrandita e presenta troppi pseudobulbi ormai secchi che la spingono in su e poi è così grande che comincio a far fatica per dove sistemarla all'interno. però ce la posso ancora fare. tu cosa mi consigli la tengo ancora o la divido?

considera che verso Natale comincia in genere ad emettere le spade fiorali (sempre 15 o 16) e poi fiorisce in aprile per circa un mese o più.adesso è ancora all'aperto ma penso già in questi giorni prima di spostarla sotto il portico e poi a fine mese portarla dentro casa

Il mio pollice, che di verde ha proprio poco, mi consiglierebbe di aspettare la fine della fioritura. tu che ne pensi?

grazie e buona giornata, marilina
marilina
 
Messaggi: 2378
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2007, 13:25
Località: vicenza

Messaggioda california » venerdì 14 novembre 2008, 15:11

Per il Cymbidium ti consiglio di aspettare quanto più è possibile. Personalmente vedere piante che portano 15 e più steli non è cosa da poco. Per dividerlo devi comunque aspettare che i nuovi getti siano in crescita.

Claudio
california
 
Messaggi: 23
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 11:27

Messaggioda giulio.f » lunedì 17 novembre 2008, 10:32

marilina ha scritto:ciao e per Giulio scusa la mia ignoranza se non ti conoscevo.


figuriamoci se devi scusarti :shock:

e poi fiorisce in aprile per circa un mese o più.

Il mio pollice, che di verde ha proprio poco, mi consiglierebbe di aspettare la fine della fioritura. tu che ne pensi?


beh, avevo detto aprile-maggio, ma se rinvasi i primi di giugno è uguale :)
giulio.f
 
Messaggi: 149
Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 22:57

Messaggioda lorenzo89 » mercoledì 19 novembre 2008, 18:25

ho un problema con la mia orchidea...ha le radici marcie :verysad: , ma le foglie sembra che non ne risentano, come devo fare ad evitare che la mianta mercisca?
lorenzo89
 
Messaggi: 308
Iscritto il: venerdì 25 maggio 2007, 16:35
Località: imola(BO)

Messaggioda marilina » giovedì 20 novembre 2008, 11:32

forse hai messo troppa acqua o non drenato bene il vaso. non sono esperta ma penso sia il caso di cambiare di corsa la corteccia fare un ottimo drenaggio al vaso, spolverare le radici con un disinfettante in polvere, spostare al caldo (ma dipende dall'orchidea e qui non so aiutati per niente perchè vado a naso) forse anche un po' di fertilizzante fogliare potrebbe aiutarla e ... fare gli scongiuri.
marilina
 
Messaggi: 2378
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2007, 13:25
Località: vicenza

Messaggioda lorenzo89 » venerdì 5 dicembre 2008, 17:51

ciao,non avendo il materiale per fare un'adeguato rinvaso l'ho lascita fare tenendola con meno acqua...ma la situazione non è migliorata anzi...adesso ha delle macchie diancastre nelle foglie(sotto)e della roba appiccicosa tipo cocciniglia,di radici ne ha ancora un po' ma non l'ho aperta,allora pensavo di togliere la corteccia e disinfettarla nel microonde poi rimettergli quella,non avendo dei fungicidi in polvere posso usare anche quelli liquidi?posso usare dei fertilizzanti normali per le orchidee con diluizioni diverse?(sia in grani che liquido)
ps le orchidee prima erano in un ambiente un po' freddo forse anche quello ha contribuito...adesso le ho messe in bagno è più caldo ma c'è meno luce.
lorenzo89
 
Messaggi: 308
Iscritto il: venerdì 25 maggio 2007, 16:35
Località: imola(BO)

Messaggioda marilina » giovedì 8 gennaio 2009, 13:07

ciao Lorenzo89, mi dispiace di non aver letto prima il tuo messaggio ma certo io non sono una grande esperta e forse qualcuno più bravo poteva risponderti ma capisco l'incalzare delle feste e spero che la tua orchidea sia sopravvissuta. Nel periodo invernale è meglio che le orchidee se ne stiano al calduccio e alla luce il più possibile tranne quelle a serra fredda ma in genere quelle che vendono non sono proprio da collezione e così bene o male hanno tutte esigenze simili.

se le radici son marce via l'acqua, non di meno ma proprio non lasciarne nel sottovaso anzi non devi mai lasciarne se non c'è argilla espansa o sassetti che la tengono isolata dall'acqua. annaffia quando la corteccia si asciuga.

la roba appiccicosa non so cosa può essere guarda con attenzione se ci sono cocciniglie o afidi ma una spruzzata con insetticida male non fa.

non so per la disinfettazione al microonde ma certo puoi provare alla prima annaffiatura a mettere il funghicida liquido.

per mia esperienza ritengo che la prima causa di morte delle orchideee è la troppa acqua.

se non sta bene non fertilizzare potrebbe non riuscire ad assorbire le sostanze che potrebbero addirittura nuocerle, un po' come un malato a cui si dà una bistecca che non riesce a digerire.

non mi sono mai capitate macchie biancastre ma cerca di pulirla con un fazzolettino di carta anche se non so se può essere di aiuto. portala comunque in un posto caldo e luminoso e facci sapere come sta dopo questo mese già passato.

ed ora anch'io chiedo aiuto agli esperti e per favore rispondete.
riguarda la mia cymbidium grande di cui vi ho parlato in questo post.

portata a casa in novembre,lasciata una settimana sul pianerottolo con una temperaturasui 14° gradi o forse meno, l'ho subito dovuta spostare in sala per i lavori degli operai, era già fine novembre, con una temperatura calda dovuta ai termo sui 20°-21°.
ha subito emesso le spade fiorali ma purtroppo poche solo 7 poichè non ne ha fatte mai meno di 13-15 ma in realtà non è mai fiorita in questo periodo ma a Pascqua ed anche oltre (mi è stata regalata fiorita a Pascqua).

le mie domande sono:

- è fiorita adesso per il notevole sbalzo di temperatura? quando la portavo in casa in passato l'ho sempre tenuta fino a primavera sui pianerottoli ma erano più caldi e le spade cominciavano a formarsi assai più tardi.
l'anno passato sono stata costretta a tenerla nella mansarda al freddo e pur fiorendo ha fatto 15 infiorescenze con meno fiori per spada e piuttosto piccoli.

-è fiorita poco perchè troppo piena di bulbi ormai fioriti e quindi secchi (ma appaiono assai turgidi anche se con le foglie secche) poichè necessità di pulizia e divisione?

-qual'è il giusto periodo di fioritura di una cymbidium foglie non lunghissime, con fiori di colore lilla puntinati nel labello di circa 7cm con 8-10 fiori per spada (purtroppo non so il nome)?

attendo vostre risposte grazie e buona giornata
marilina
 
Messaggi: 2378
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2007, 13:25
Località: vicenza

Messaggioda lorenzo89 » giovedì 8 gennaio 2009, 15:55

alla fine ho cambiato la corteccia,l'ho annaffiata meno,l'ho massa al caldo in bagno...quando l'ho tolta dal vaso aveva pochissime radici a adesso a distanza di un mesetto non sembra essere peggiorata ma non vedo neanche nuove radici superficiali...
lorenzo89
 
Messaggi: 308
Iscritto il: venerdì 25 maggio 2007, 16:35
Località: imola(BO)

Messaggioda marilina » venerdì 9 gennaio 2009, 11:57

meno male che non è morta! però vedi se puoi darle anche quanta più luce possibile rimanendo però al caldo. in un mese se stava così poco bene non è che poteva fare miracoli ma vedrai se tra un po' comincia a mettere qualche radice o fogliuzza.
una mia conoscente per un bel po' ha tenuto una piantina in una stanza con luce media e non faceva alcun progresso tanto che non conoscendo le orchidee pensava non sarebbe più fiorita ma dopo che l'ha spostata in piena luce con uguale temperatura ha cominciato a vegetare bene e dopo non molto è fiorita.

trovale un buon posticino e in bocca al lupo.

scusate lo strafalcione nel mio precedente di "Pasqua" ma al computer è facile farne e ti accorgi delle brutte figure appena invii i messaggi! :verysad:
marilina
 
Messaggi: 2378
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2007, 13:25
Località: vicenza

Messaggioda lorenzo89 » venerdì 9 gennaio 2009, 15:37

adesso non ho posti più illuminati ma a primavera la metterò da qualche parte in cui ha più luce...poi adesso sto provando di fare un terrario per orchidee ma non ho un'idea su come farlo..più che altro su che varietà metterci visto che vorrei delle varietà non molto difficili da tenere,di climi temperati che non abbiano bisogno di periodi più freddi o più caldi,con le stesse caratteristiche e non molto grandi...
lorenzo89
 
Messaggi: 308
Iscritto il: venerdì 25 maggio 2007, 16:35
Località: imola(BO)

Prossimo

Torna a piante esotiche, in casa e fuori

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite