Stenotaphrum Secundatum

il forum delle "erbe"

Stenotaphrum Secundatum

Messaggioda Rev » lunedì 6 settembre 2010, 10:30

Salve a tutti, come si sarà capito dal titolo io ho un prato costituito da Stenotaphrum Secundatum, acquistato presso una ditta agricola che me lo ha messo a dimora a rotoli.

Il giardino è piccolo: circa 60 mq. e si trova in Tor San Lorenzo Lido, comune di Ardea (RM).

Pongo alcuni dubbi:

Irrigazione:
ho grosse perplessità che riguardano l'irrigazione e vorrei sapere, da chi è esperto di questa specifica pianta:
1) quanti mm di acqua conviene dare a questo prato nel periodo estivo per ogni ciclo di irrigazione ?
2) quanti giorni deve rimanere all’asciutto fra un ciclo di irrigazione e quello successivo ?

Concimazione:
sul sito dell’azienda agricola da cui ho acquistato i rotoli c’è scritto che le macroterme come lo stenotaphrum secundatum necessitano di pochissimi cicli di concimazione (2/3 l’anno: marzo-maggio-settembre). Il dosaggio N-P-K consigliato viene indifferentemente riportato come segue: 17-6-12, 15-9-15, 20-5-8.
Mi farebbe piacere capire:
a) se per lo stenotaphrum secundatum i mesi di marzo-maggio e settembre sono effettivamente quelli giusti, magari comprendendo meglio se per marzo si intende l’inizio, la metà o la fine (stesso dicasi per settembre);
b) se per lo stenotaphrum secundatum esiste un prodotto unico che possa andar bene per tutte e 3 i mesi in questione (onde evitare di dover comprare 2 o 3 prodotti diversi): quale ?
c) se è corretta una dose di 25/30 grammi per metro quadrato

Funghi:
Sul sito dell’azienda agricola da cui ho acquistato i rotoli c’è scritto che conviene prevenire i funghi anziché curare il prato dopo che se lo è “beccato” effettuando 3 trattamenti preventivi: uno a giugno, uno a luglio e uno ad agosto. E’ corretto ed esiste un prodotto “preventivo” che “copra” la gran parte della tipologia di funghi che possono colpire stenotaphrum secundatum. Immagino che attendere l’insorgenza del fungo e poi curarlo sia pura follia perché c’è il rischio di rovinarsi gran parte del periodo in cui ci si vuol godere il prato.

Disserbanti:
Al momento non mi sembra di intravedere infestanti particolarmente invasive. Nel seguito posto le opzioni sulle quali gradirei avere l’opinione dei più esperti:
a) è opportuno attendere l’arrivo delle infestanti e poi agire con disserbanti selettivi ? E, se si, quali ?
b) è al contrario opportuno “non” attendere l’arrivo delle infestanti ed agire con prodotti che “prevengono” le infestanti (sempre se esistono). E, se si, quali ?
c) poiché immagino che il periodo in cui le macroterme sono più soggette alle infestanti è quello autunnale ed invernale, conviene attendere che lo stenotaphrum secundatum vada in totale dormienza (immagino gennaio) e spruzzare su tutto il prato un disserbante “generico” che verrà assorbito solo dalle infestanti senza uccidere lo stenotaphrum secundatum ?

Spero di aver postato quesiti che non interessino solo il sottoscritto e che possano stimolare interessanti risposte degli “esperti”
Rev
 
Messaggi: 26
Iscritto il: domenica 5 settembre 2010, 21:47

Messaggioda Rev » giovedì 16 settembre 2010, 14:58

azzzzzz, quante risposte :evil:

:mrgreen: :o :joke:
Rev
 
Messaggi: 26
Iscritto il: domenica 5 settembre 2010, 21:47

Messaggioda alevin » mercoledì 29 settembre 2010, 22:11

Hai provato a fare una ricerca nel forum? Di Stenotaphrum si è parlato già in passato. La ricerca si trova in alto nel menù, è questa qui: ImmagineCerca.

Io ho trovato parecchie discussioni, come questa , questa, questa, quest'altra e questa qui.
Ad essere pignoli, ce ne sono anche altre.
Però non è che ci siano risposte a tutti i quesiti che hai posto tu, ma forse è un buon punto per incominciare.
Purtroppo non posso aiutarti, non ho mai avuto un prato di Stenotaphrum. E forse la ragione per cui non ti hanno risposto è che nessuno di quelli che hanno esperienza diretta si è affacciato al forum in questo periodo!
Abbi fede, forse qualcosa si muoverà.
:)
alevin
 
Messaggi: 5315
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2006, 22:04
Località: Ischia

Messaggioda il golfista » giovedì 30 settembre 2010, 11:31

Sono abituato a fare domande e non avere risposte, so come ci si sente. Non sono l'esperto che cercavi .
Personalmente cerco di risolvere con altre fonti, provo a dirti quel poco che so.

Non troverai mai nessuno che senza vedere il prato regolarmente ti possa dire di quanta acqua necessita, devi imparare da solo guardandolo.
Normalmente se un prato di microterme necessita nella tua zona di 5mm al giorno, in agosto il risparmio da quello che so, per il tuo, non dovrebbe superare il 70%.

Per la concimazione , mi sembra che il 20 di azoto sia un pò alto per tutte le stagioni prenderei uno degli altri due e non starei a guardare il giorno del mese. Quando vedi che a metà del mese è prevista pioggia lo spandi cosi quando piove entra nel terreno.
25 gr. al metro vanno bene

Contro i funghi non farei nessun trattamento preventivo ma se ti è stato consigliato da chi te l'ha venduto, mi informerei meglio.

Anche per il diserbante, che deve essere selettivo, devi aspettare se e quando crescono le infestanti.
il golfista
 
Messaggi: 1725
Iscritto il: venerdì 14 dicembre 2007, 22:41
Località: roma

Messaggioda Rev » martedì 5 ottobre 2010, 10:54

grazie ragazzi, siete stati gentili a rispondermi
Rev
 
Messaggi: 26
Iscritto il: domenica 5 settembre 2010, 21:47


Torna a prati ornamentali e vegetazione spontanea

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti