La zinnia è un fiore noioso? (Dedicato ai fan del fiore più coltivato nel nostro universo)

 

Da alcune recenti esplorazioni sui pianetini extrasolari del sistema Trappist, sembra che oltre alla birra allo stato liquido, su alcuni di essi siano state trovate delle zinnie.
Questa scoperta parrebbe per il momento chiudere l’annosa diatriaba se nel nostro universo sia più diffuso il geranio o la zinnia, dando un’appannaggio a quest’ultima.
Ma non temete, o terrestri che amate le zinnie (ma anche i gerani e le petunie), siete in ottima compagnia. Non datevi troppa pena se “gli specialisti” vi additeranno come giardinieri dai gusti campagnoli e rozzi, e diciamocelo, anche un po’ incapaci, perché se siete ancora lì a coltivare la Zinnia, è perché non riuscite a far altro.
A molti riesce difficile comprendere una certa “simpatia” che alcuni fiori ci destano. Come se avessero un carattere essi stessi.

 

La Zinnia a molti risulterà noiosa, ad altri simpatica, loquace, forse non particolarmente brillante ma “buona”. Come una rubizza comare che ci porta una crostata o una fetta di torta, perché “aveva acceso il forno” o “l’ha tenuta da parte” pensando proprio a voi, che amate il ripieno gianduia.
Sì, forse la rubizza comare si tratterrà un po’ troppo sulla soglia di casa, con chiacchiere inutili ma simpatiche e non malevole, in cui ognuno si diverte almeno un po’. Chiuso il cancello si torna dentro con un piatto di plastica avvolto in carta argentata e un leggero sorriso sulle labbra, la mente distratta, l’olfatto pronto a catturare il miscuglio di profumo di gelsomino e burro.
Perciò, amici amanti delle zinnie, ricordatevi di annaffiarle, adesso e per tutta l’estate, perché è un falso mito che la Zinnia resista al secco. Morire non muore, e continua anche a fiorire, ma prende più facilmente il mal bianco. Non seminatela tardi a dimora, ma presto, in lettorino o semenzaio, avrete risultati migliori. E se poi avete ammendato il terreno con un pochetto (non troppo) di sostanza organica l’inverno precedente, la Zinnia ringrazierà, perché la parte aerea sarà più resistente. E un pugno di concime con fosforo e potassio l’avete messo?
Se poi avete qualche sterlina da spendere in belle cultivar resistenti all’oidio

Se vuoi dare un’occhiata a un vecchio post del forum con foto di interessanti cultivar, clicca qui. E se ti va lascia un commento qui o sul forum.

 

(foto di san dra)

Lascia un commento