Il secchio-lago (equilibrismi possibili tra cuore, foglie e vibrisse, parte VI)

di Maria Acquaria Tutto inizia da qui: C’è un gatto in giardino – parte I I seguiti: parte II parte

Contina la lettura

Il Secchio-lago: come creare un laghetto in vaso

In un giardino vero, di quelli con tante piante, i sentierini, le luci di sera e gli angoletti misteriosi, un piccolo lago rappresenta un sicuro punto di interesse, qualcosa che definisce e arricchisce l’insieme, dandogli un preciso significato. Un pò come le figurine degli sposi o il mazzetto di fiori o le colombelle sulla torta nuziale.

Il laghetto, per quanto artificiale, se ben fatto renderà tutto l’insieme straordinariamente naturale e affascinante. Una piccola cascata, uno zampillo, qualche pesciolino o una ranocchia e il gioco è fatto, sembrerà di tornare bambini, a giocare sulle rive del torrente che scorreva giusto in mezzo all’antica periferia della città, ai tempi in cui al posto del parco ben pettinato c’erano ancora i grandi canneti che non davano fastidio a nessuno e non s’era ancora vista l’ombra di una zanzara globalizzata …

Contina la lettura