Rose & lavoro. Dal Kenya all’Italia l’incredibile viaggio dei fiori

È un argomento a cui il giardiniere presta poca attenzione: il
fiore da taglio. Quello commerciale, beninteso, non le composizioni
di fiori freschi raccolti dai nostri giardini, disposte con cura in
vasi eleganti, posizionate in punti strategici per essere viste dagli
amici appena si siedono sul divano, o in piccoli vasetti di cristallo,
davanti alla foto dei nonni, sul cassettone nella stanza da letto.

Il giardiniere è solitamente abituato a produrre da sé
il “materiale” per decorare la casa, ma l’avere a che fare con i
fiori da taglio commerciali non è un evento riservato a chi non
possiede un giardino o una terrazza: basta pensare a quante volte in
un anno regaliamo (o riceviamo) fiori acquistati dal fioraio. Non lo
si dice spesso, per non sembrare ingrati nei confronti di chi ce ne
regala un mazzo, eppure la cattiva qualità dei fiori da taglio
è un dato ormai sempre più frequente. Quante volte
è successo che le rose afflosciassero tristemente il capo,
senza arrivare a sbocciare completamente? E quante volte i boccioli
dei tulipani abbiano deluso le nostre aspettative, non aprendosi
affatto?

Contina la lettura

Rosa ‘Kathryn Morley’

Ci sono molte valide Rose Inglesi nei toni del rosa, che secondo Austin è il colore “più proprio” per questo fiore.
Ed in effetti esistono un gran numero di varietà nei toni del rosa pallido o scuro,
quasi tante quante tutte le altre degi colori restanti messe insieme!
Tra queste, sono però poche quelle che si caratterizzano nettamente
rispetto alle altre: ‘Kathryn Morley’ è una di queste.

Superbe, ampie corolle (sino a 15 cm di diametro in prima fioritura) si
aprono da bocci ovoidali, solitamente portati in mazzi di tre dagli steli robusti.
Da tali gemme grassocce si sviluppano fiori di una magnificenza infinita,
squisite del chiarore perlaceo che da esse effonde, dovuto alla consistenza setosa che petali, che catturano la luce e la diffondono, illuminando le corolle.

Queste hanno una forma inconsueta, con petali esterni molto ampi e revoluti
che creano una coppa profonda in cui pare ribollire una miriade
di petali arricciati e disposti in morbidi quarti, con un’evidente gemma ad occhio
al centro…

Contina la lettura